Vacanze sulla neve a Gressoney in Valle D’Aosta

Gressoney-La-Trinité (in dialetto tedesco walser Greschôney Drifaltigkeit o Creschnau Drifaltigkeit) è un comune italiano di 304 abitanti della Valle d’Aosta. Dal 1939 al 1946 prese il nome di Gressonei La Trinità o Gressonei Capoluogo parte del comune di Gressonei soppresso nel 1946.

Gressoney-Saint-Jean è un comune italiano di 815 abitanti della Valle d’Aosta. Dal 1939 al 1946 prese il nome – italianizzato – di Gressonei San Giovanni, parte del comune di Gressonei, poi soppresso nello stesso anno 1946.

Molteplici strutture ricettive (hotel, residence, bed & breakfast, affitta camere, rifugi…) permettono di trascorrere un periodo di vacanza a Gressoney, breve o lungo che sia, all’insegna dello sport e del divertimento, della cultura e della scoperta delle antiche tradizioni Walser.

Numerose le attività sportive che la distinguono, sia nel periodo invernale che in quello estivo: ascensioni alle alte vette del Monte Rosa, golf, tennis, equitazione, rafting, kayak, parapendio, mountain bike, nuoto, arrampicata, squash, fitness, atv/quad, pattinaggio, sci fuoripista / freeride, sci di fondo, racchette da neve…

Vacanza sulla neve con il vostro cane

Quando andiamo in vacanza, al mare o in montagna, sarebbe bello portarsi con noi in vacanza il cane Fido, il nostro amico a quattro zampe, compagno fedele nella vita di tutti i giorni. Per soddisfare questa esigenza, abbiamo dedicato una sezione alle strutture turistiche alberghiere ed extra-alberghiere, hotel, alberghi, agriturismo, residence, villaggi turistici, etc. che propongono vacanze con animali e che ospitano i nostri amici adeguatamente. Alcune strutture turistiche sono come veri e propri Pet Hotel, dotate di servizi ad hoc per l’accoglienza di cani, gatti e animali di piccola taglia come: piscine per animali, servizio di custodia, menù personalizzati, appositi spazi per giocare, cucce e gabbie dove farli dormire, brandine per tenere con se il cane in camera, dog sitter, alcuni autorizzano il padrone a preparare le pappe nelle cucine.

Attualmente in Italia non sono molte le strutture ricettive che accolgono i cani con servizi e attrezzature adeguate, specialmente al mare, dove peraltro esistono diverse limitazioni per l’accesso dei cani sulle spiagge, maggiori possibilità esistono in montagna, grazie ai grandi spazi naturali come boschi e prati dove il nostro amico fido potrà correre in totale libertà (ricordarsi della vaccinazione obbligatoria).

Tra le strutture turistiche sicuramente più idonee sono quelle che offrono spazi all’aria aperta, in tutte le strutture è comunque raccomandato il rispetto del vicinato ed il cane non può sostare in spazi comuni.

Nel nostro sito Informavacanze.it trovate una serie di strutture ricettive, suddivise per regione, che accettano animali, con servizi di accoglienza adeguati. L’elenco è stato realizzato sulla base delle indicazioni fornite dagli operatori turistici. Vi consigliamo comunque di verificare e informarvi direttamente le strutture prescelte prima di prenotare.

Quindi se state progettando una vacanza con il vostro amico Fido, è consigliabile spiegare esattamente le esigenze del vostro cane. Molte strutture infatti, accettano animali solo a certe condizioni, quindi per evitare spiacevoli sorprese è meglio chiarirsi prima.
Prima di partire in vacanza con i nostri amici a quattro zampe ricordiamoci sempre di non dimenticare quel minimo di attrezzatura indispensabile per accudirli e i documenti necessari che certificano le vaccinazioni e la buona salute degli animali.

Portate con voi il vostro amato cane anche in montagna, una vacanza fa bene anche a lui, no?

Vacanza a San Martino di Castrozza, tra neve e leggenda

San Martino di Castrozza possiede il fascino di una vera e propria ‘capitale alpina’.
Il paese, adagiato in un’ampia conca di prati e circondato da fitti boschi di conifere, è sovrastato dalle Pale di San Martino, un gruppo di vette dolomitiche che ha alimentato mille leggende. In inverno, quando cade la neve, sembra un territorio ricoperto di zucchero filato.

San Martino è adagiato in una verde conca prativa, a 1450 m s.l.m, circondato dal Parco Naturale Paneveggio-Pale di San Martino. Dal paese sono visibile numerose vette dolomitiche: il Cimon della Pala, la Vezzana (visibile dalla zona del Passo Rolle o dall’altipiano delle Pale), il Rosetta, il Sass Maor, le cime Val di Roda, la Cima della Madonna, e dall’altra l’accavallamento più dolce della Cavallazza e le cime in porfido del Colbricon e del Colbricon piccolo. Dal paese è anche visibile il gruppo delle vette Feltrine, con la caratteristica cima a sagoma piramidale del monte Pavione.

La vacanza a San Martino d’inverno è una festa di tradizioni, divertimento, sci, ciaspolate, nordic walking, cene in baita, skitours e chi più ne ha più ne metta.
Nei pressi del paese si trovano gli impianti di risalita che danno accesso ai 45 km di piste del Carosello della Malghe e del Colverde. Tante piste da sci di fondo permettono una grande scelta per gli sciatori.

Il Carosello delle Malghe

Il carosello si estende dall’Alpe Tognola a Malga Ces, includendo Cima Tognola, Val Cigolera e Punta Ces. Con 45 km di piste tra i 1404 e i 2357 metri slm, si sviluppano su pendii con esposizioni varie, garantendo così condizioni ottimali di neve e sole dal primo mattino fino a pomeriggio inoltrato.
I diversi tracciati, sempre ben battuti e innevati, costituiscono un circuito di piste interessante e divertente: dalle difficili Direttissima, Tognola e Kristiania alle molte rosse (tra cui Colbricon, Tognola3, Sole, Cima Tognola, Rekord), dalle piste più turistiche (Scandola, Conca, Valboneta, Bellaria, solo per nominarne alcune) ai campi scuola per i principianti.

Colverde

Sul lato orientale dell’abitato di San Martino parte la cabinovia Colverde, che giunge fino ai piedi della cima Rosetta.
Da Colverde scendono fino in paese due piste facili ma abbastanza lunghe, dotate di innevamento programmato e di illuminazione per lo sci notturno.

Prà delle Nasse

Il campo scuola dove tutti a San Martino hanno imparato a sciare! Contiguo al paese, è comodissimo da raggiungere, ora anche con un servizio di skibus gratuito.
Servite da un doppio skilift, le due ampie piste sono l’ideale per le prime lezioni di sci, in particolare per i bambini.
La Scuola Sci ha attrezzato un angolo riservato ai bambini, con giochi, tunnel, ostacoli e personaggi dei cartoni animati, per avvicinare gradualmente i più piccoli allo sci.

Il centro fondo
In posizione facilmente raggiungibile dal paese, con tre percorsi per un totale di 9 km: una pista facile ed una di media lunghezza e difficoltà si snodano sul pianoro soleggiato di Prà delle Nasse, una pista più difficile si inoltra nel fitto bosco di abeti oltre il Rio Valcigolera.
Accesso alla pista a pagamento. Disponibilità di spogliatoi, deposito sci e noleggio attrezzatura, punto di recapito dei maestri di sci.

Quante attività e quanta scelta a San Martino di Castrozza, vero?

Le idee per la vacanza di Capodanno in montagna, tra Trentino e Veneto

Il modo migliore per festeggiare il Capodanno 2009 in montagna è scegliere la casa vacanza, l’albergo, il residence che rispecchiano alle proprie caratteristiche. Le offerte sono innumerevoli e molte sono comprese in pacchetti speciali per le festività di fine anno.

Una festa romantica o in mezzo alla gente, sulla neve, nel rifugio o in una baita, in piazza, in discoteca o in qualunque appartamento in mezzo ai boschi.

Se hai deciso di passare il Capodanno tra le montagne più affascinanti del mondo: una vacanza in Trentino può di offrirti tutto quello che cerchi, soddisfando sia la tua necessità di relax, sia la tua voglia di sport. Nelle sue “celeberrime” montagne potrai festeggiare l’arrivo del nuovo anno.

Il Trentino Alto Adige apre ai turisti i suoi ricchi possedimenti d’arte e di ambiente, ridesta per loro le memorie della storia, li rigenera con la salubrità della sue acqua, dell´aria e del verde.

Questa terra in continua evoluzione si rispecchia nel lavoro e nei prodotti dei pascoli e dei campi, nelle tradizioni, nei valori della gente, ed esprime il rapporto tra cultura e natura, paesaggio e civiltà, ospitalità e benessere.

Il Capodanno in Trentino è un´occasione di incontro, una scoperta che sorprende ed arricchisce. La stagione invernale è colma di panorami incredibili: bellissime piste da sci e paesaggi meravigliosi come solo le Dolomiti possono regalare.

Le sue incantevoli valli, incorniciate dalla bellezza delle Dolomiti, rappresentano il luogo ideale per rilassarsi e festeggiare il periodo natalizio con la classica “settimana bianca“. L’emozione di trascorrere il primo giorno dell’anno in mezzo alla neve sarà grandissima! Perfetta per rispondere alla tua voglia di divertimento è la Val di Sole, con le sue località: Marilleva, Folgarida e Madonna di Campiglio.

Il Capodanno nelle zone montane del Veneto non è da meno. Da un capo all’altro di questo territorio regna un ambiente puro e selvaggio, ma insieme vivibile e accessibile. L’inverno rende ancora più invitante e completa l’offerta turistica del bellunese.

Belluno, la provincia delle Dolomiti, una terra dove il mito prende forma, prima di tutto nella maestosita’ della natura che il mondo intero ci invidia: Tre Cime di Lavaredo, Marmolada, Tofane, Antelao, Pelmo, Civetta, Cinque Torri. E ancora, guglie solitarie, come la Gusèla del Vescova’, e altri rilievi, come le Vette Feltrine e i Monti del Sole.

Il fascino che suscitano questi titani è speciale per chi osa arrampicate da brivido, ma anche per chi vuole solo avventurarsi un po’ fra le crode, ascoltarne i silenzi e godere della purezza della natura incontaminata e quel silenzio che il paesaggio innevato riserva ai suoi esploratori.

E come non citare altri tesori del bellunese: il Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi e il parco Regionale Dolomiti d’Ampezzo, le grandi foreste secolari, come quella del Cansiglio, regno dei Cimbri, quella di Somadida, la più estesa del Cadore, o l’area wilderness della Val Montina.

E ovunque voi siate là sui monti, la notte del 31 alzate gli occhi verso le stelle, vedrete la distesa di fuochi d’artificio che in molte piazze verranno sparati al cielo. E perché no, dopo una bella scodella di vin brulè correre con la propria amata al caldo di un camino acceso?

So a cosa state pensando!

Correte a prenotare il vostro Hotel, potrebbe esserci ancora una stanza per voi!