Nel comune di Auronzo la località più rinomata è Misurina 1754 m, i cui pascoli furono a lungo contesi, fino alla metà del XVIII secolo, tra Auronzo che se ne aggiudicò il possesso e Dobbiaco.
E proprio allo scopo di difendere dai nemici questo lembo estremo del Cadore fu eretto uno spalto, una palizzata di tronchi d’albero, che univa il Popena al monte Piana.

A Misurina si accede da Cortina attraverso il Passo Tre Croci. Il romantico laghetto, lungo circa mille metri e largo trecento, giace a 1756 m. di altezza in una delle più solenni e maestose conche alpine, circondato da boschi nereggianti e dalle cime dolomitiche del Piz Popena, del Cristallino, delle tre Cime di Lavaredo, del Sorapìss, dei Cadini e delle Marmarole.

Qui gli amanti della montagna hanno svariate possibilità di scelta tra i vasti piani ed i facili pendii delle vicinanze, i panorami superbi, il giro del lago a piedi o in barca.

Tra le gite vanno menzionate la salita con la seggiovia al Col del Varda, con una magnifica vista sul gruppo del Cristallo, l’ascesa al monte Piana (teatro di massacri durante la prima guerra mondiale) ed, in particolare, l’emozionante giro ai piedi delle Tre Cime.

Misurina dispone di circa 500 posti letto dislocati in una decina di alberghi. Tra le varie infrastrutture sia invernali che estive ci sono impianti di risalita a fune, piste da sci e da fondo, un campeggio e dei campi da tennis. Il lago, di origine naturale, ha un perimetro di 2.600 metri, una profondità di circa 5 metri, una temperatura dell’acqua che oscilla dai 12° C ai 16° C gradi. In estate, mentre nel periodo che và da novembre a maggio è solitamente ricoperto dal ghiaccio . Troviamo nel periodo estivo sulla sponde del lago di Misurina anatre selvatiche e rondini, nelle acque invece trote fario, salmonate ed iridea. Inoltre troviamo, andando verso le Tre Cime di Lavaredo, il lago Antorno, centro di pesca sportiva. Il clima è rigido nel periodo invernale con temperature che talvolta possono scendere sotto i – 25 con nevicate abbondanti da novembre ad aprile tanto da permettere un perfetto innevamento naturale delle piste da sci; nel periodo estivo il clima è mite con sporadici temporali ma quasi privo di umidità nell’aria.
Ecco alcune particolarità che rendono Misurina perfetta, e non solo come luogo turistico : l’elevata altimetria, la scarsissima umidità nell’aria, la ricchezza di irradiazioni ultraviolette, l’assenza di brusche variazioni tematiche e la bassa concentrazione di antigeni. Misurina è il luogo ideale per la patologia di malattie respiratorie e qui, infatti, esiste l’importante centro per la cura dell’asma giovanile “Pio XII”. La bassa tensione d’ossigeno e un lieve incremento dell’anidride carbonica sono di stimolo per i centri respiratori. Un innevamento abbondante lungo tutta la stagione invernale e temperature tali da mantenere in condizioni ottimali il manto nevoso sono sono peculiarità che rendono Misurina un noto centro turistico invernale. Con un vastissimo numero di sentieri ben segnalati e di rifugi ben dislocati, Misurina è senza dubbio il paradiso dell’escursionista amatoriale, nonché di quello esperto, grazie ad ascensioni leggendarie, quali le numerose “vie” sulle Tre Cime o sui Cadini, aperte da mitici alpinisti.


Lascia un commento