Da qualche giorno è disponibile sugli scaffali di tutte le librerie l’attesissima guida “Ristoranti d’Italia 2010” del Gambero Rosso, presentata alla Città del Gusto, a Roma. Giunta alla sua ventesima edizione (la prima nel 1990), questa guida non smette mai di creare stupore, meraviglia, e talvolta anche dissapori.

Aumenta il numero dei ristoranti recensiti nella guida, ma diminuisce il numero di quelli premiati con le tre forchette, simbolo dell’eccellenza.Gianfranco Vissani è stato premiato come il re della ristorazione italiana con il suo ristorante Vissani, a Baschi (Terni), con un punteggio 95/100.

Il secondo posto se lo giudica, con un punteggio di 94/100, il ristorante La Torre del Saracino, di Gennaro Esposito, a Vico Equense (Napoli).

Il terzo posto, 93/100, Le Calandre, a Rubano (Padova).

Un ristorante del Nord Italia, un ristorante del centro e un ristorante del sud sul podio dei migliori ristoranti di Italia.

Il turismo legato alla gastronomia “a cinque stelle” attira molti clienti. Ultimamente, tra questi clienti molti stranieri, che apprezzano l’eccellenza della cucina italiana unita a una vacanza in Italia in hotel di lusso.

La guida del Gambero Rosso è una guida turistica alla scoperta delle perle della ristorazione italiana. Concedetevi un weekend nelle città d’arte d’Italia e concedetevi una cena da vip!
E se il budget è ristretto? Esiste la guida Gambero Rosso Low Cost, mangiare bene a meno di 30€! Non perdetela!


Lascia un commento