Gli itinerari per gustare l’olio extravergine di oliva nuovo sono molto interessanti perchè sono poche le persone che a tutt’oggi sanno come si produce l’olio, alcuni ignorano completamente i passaggi salienti che rendono l’olio extravergine d’oliva italiano così gustoso e ricercato. Quindi organizzare un itinerario turistico in Puglia o in Toscana, alla scoperta di questa antica arte contadina è sicuramente istruttivo oltre che gratificante dal punto di vista del gusto e del palato. Il prezzo che paghiamo per questo oro biondo, però, dovrebbe farci capire che la sua creazione è un’arte delicata che si avvicina molto alla produzione del vino in fatto di tecniche e ricercatezza.

I produttori di olio extravergine d’oliva, sono solitamente piccoli contadini che si tramandano questa antica arte da generazioni.  Il sapore dell’olio d’oliva varia molto a seconda della zona di produzione, si va da quello leggero ligure a quello più corposo pugliese e toscano fino a quello più pungente e spesso aromatizzato, molto utilizzato nella cucina meridionale. Sempre più spesso infatti si sviluppa un vero e proprio turismo dell’olio d’oliva, ovvero la voglia di girare di frantoio in frantoio ad assaggiare le varie varietà e qualità alla ricerca dell’olioextravergine  perfetto per la nostra tavola.

Condimento molto richiesto, l’olio extravergine d’oliva puro è anche piuttosto salutare se usato in dosi moderate. Ricordiamoci però che il sapore dell’olio raccolto al frantoio è estremamente forte, almeno che questo non sia stato “diluito”, quando visitiamo i sempre più diffusi frantoi ricordiamocene prima di addentare una bella fetta di pane unta perchè potremmo realmente restare sbalorditi.

Al momento la Puglia è uno dei maggiori produttori di olio italiani e proprio nel sud di questa regione si sta sviluppando un turismo dedicato ai frantoi. Centinaia di turisti ogni anno visitano la regione e acquistano diverse varietà per poi gustarle durante l’inverno più a nord. Anche in altre regioni come la Toscana, Liguria,  Campania e Calabria, l’olio è una ricca fonte di guadagno soprattutto se venduto come prodotto DOC e DOP o etichettato come prodotto locale.

Categories: Itinerario

Lascia un commento