Il mese di febbraio e quello di marzo è, a detta di molti, il migliore per decidere di fare la settimana bianca in Italia, complici le temperature leggermente più miti rispetto a gennaio, e le giornate che diventano più lunghe.

Spesso però l’indecisione su quale meta scegliere si può evitare considerando località sciistiche più adatte al grado di preparazione personale.
Sia che siate esperti degli sci, sia che siate alle prime armi è possibile scegliere la settimana bianca in Italia grazie alle diverse offerte delle piste.

Per i principianti dello sci o per famiglie con bambini le località ideali sono quelle che offrono pendii dolci, piste semplici e pieneggianti ubicate anche in alta quota. Le più consigliate: Alpe di Siusi, Alta Badia nel cuore dell’Alto Adige, Breul Cervinia (Aosta), Torgnon in Valled’Aosta, il Passo del Tonale tra Lombardia e Veneto, Piani di Bobbio e Piani di Artavaggio in Lombardia.

Per sciatori di livello intermedio sono indicati anche i comprensori con piste blu e rosse, evitando magari quelle più affollate.
Le più scelte: Andalo, Madonna di Campiglio e Canazei in Trentino.

La settimana bianca in Italia per sciatori esperti vede come mete ideali diversi comprensori, sia grandi che piccoli, e quelli maggiormente ricercati sono:
Arabba, Cortina d’Ampezzo, La Thuile, Kronplatz-Plan de Corones, Val Gardena.

Alcuni dei comprensori che pur essendo piccoli sono invece molto impegnativi sono Piazzatorre, poco lontano da Bergamo e Valgerola con le sue due piste (rossa e nera) molto lunghe e spesso poco praticate.